Come specificare un metodo di default per l’esecuzione di codice alla creazione o distruzione di un bean

Nell’articolo Eseguire codice alla creazione o distruzione di un bean in Spring spiego tre modi per eseguire codice alla creazione o distruzione di un bean in Spring.
Con due di quest modi è possibile specificare l’esecuzione di uno specifico metodo personalizzato:

  • con le annotation @PostConstruct e @PreDestroy
  • configurando le proprietà init-method e destroy-method

Esiste un’alternativa molto comoda nel caso che i vari bean abbiano metodi con lo stesso nome da essere eseguiti alla loro creazione e distruzione, cioè è possibile specificare un metodo di default per tutti i bean.
Leggi tutto “Come specificare un metodo di default per l’esecuzione di codice alla creazione o distruzione di un bean”

MessageSource in Spring 3

L’interfaccia MessageSource supporta la parametrizzazione e internazionalizzazione dei messaggi e sono disponibili 2 implementazioni:

  1. ResourceBundleMessageSource, che utilizza ResourceBundle
  2. ReloadableResourceBundleMessageSource, che ricarica i file di configurazione in caso di modifiche senza la necessità di un riavvio

Il seguente è un esempio di ResourceBundleMessageSource per ottenere messaggi nella lingua specificata in Spring 3.
Leggi tutto “MessageSource in Spring 3”

Eseguire codice alla creazione o distruzione di un bean in Spring

Ci sono 3 modi per eseguire codice alla creazione di un bean in Spring:

  • con l’annotation @PostConstruct
  • implementando l’interfaccia InitializingBean
  • configurando la proprietà init-method

Il motivo per cui si esegue codice alla creazione di un bean è spesso quello di verificare le dipendenze, o assegnare loro un valore di default, o eseguire azioni automatiche come l’avvio di un task schedulato.
Il costruttore del bean potrebbe non essere adatto a questo scopo perchè il bean non è completamente inizializzato fino a quando il costruttore non ha completato. Leggi tutto “Eseguire codice alla creazione o distruzione di un bean in Spring”

Configurazione base di Spring Security 3 e MySQL

In questo articolo spiego come implementare Spring Security in una applicazione web, come ho già fatto in un precedente articolo ma con l’aggiunta che lo username e la password dell’utente autenticato non sono salvati in un file .xml ma in un database MySQL.
Come nel precedente articolo, ho configurato un solo utente che quando cerca di accedere a index.html è prima reindirizzato alla pagina standard di login per l’autenticazione.
In questo progetto sono anche utilizzati e configurati log4j e maven. Leggi tutto “Configurazione base di Spring Security 3 e MySQL”

Configurazione base di Spring Security 3

In questo articolo riporto una configurazione base di Spring Security 3, il framework di Spring per l’autenticazione e l’autorizzazione degli utenti.
In questo esempio è configurato un solo utente che quando cerca di accedere a index.html è prima reindirizzato alla pagina standard di login per l’autenticazione.
In questo progetto sono anche utilizzati e configurati log4j e maven. Leggi tutto “Configurazione base di Spring Security 3”

Configurazione base di Log4j in Spring usando un file .xml

Ci sono 2 modalità di configurazione di Log4j in Spring utilizzando:

  • un file .properties
  • un file .xml

La configurazione con il file .xml permette di sfruttare alcuni aspetti che non è possibile configurare con il file .properties che è quindi considerato una modalità ormai obsoleta.
In questo articolo spiegherò come configurare Log4j usando il file .xml mentre la configurazione con il file .properties è stata trattata in un precedente articolo. Continua →

Configurazione base di Log4j in Spring usando un file .properties

Ci sono 2 modalità di configurazione di Log4j in Spring utilizzando:

  • un file .properties
  • un file .xml

La configurazione con il file .xml permette di sfruttare alcuni aspetti che non è possibile configurare con il file .properties che è quindi considerato una modalità ormai obsoleta.
In questo articolo spiegherò come configurare Log4j usando il file .properties mentre la configurazione con il file .xml sarà trattata in un successivo articolo. Continua →