Il morbo di Alzheimer


“Il suo sguardo, dopo tanto vedere attraverso le sbarre, è divenuto così stanco che non ce la fa ad accettare nient’altro.
Per lui è come se le sbarre fossero migliaia e migliaia e dietro le migliaia di sbarre, nessun mondo.
Nel suo girare in quel cerchio ristretto senza sosta la sua falcata diviene una danza rituale attorno ad un centro dove una grande volontà si trova come paralizzata…”

Tratto dal film Risvegli con Robin Williams e Robert De Niro, ispirato alla storia vera del dottore Oliver Sacks, a sua volta tratto da La Pantera di Rainer Maria Rilke.
Foto di Peter.

2 risposte a “Il morbo di Alzheimer”

  1. Ma a volte le palpebre si sollevano e qualche forma entra………scivola nell’angusto silenzio tra le spalle, arriva al cuore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.